home page - novità - mappa - link AMA - Associazione Marchigiana Astrofili - Ancona

Appuntamenti del 2005

articolo a cura della redazione di Pulsar

I primi giorni dell'anno ci hanno regalato la possibilità di osservare la cometa C/2004 Q2 Machholz, ribattezzata "Cometa di Natale". Alla fine di gennaio è divenuta circumpolare, ma si sta allontanando sempre di più dalla Terra e dal Sole. Questo inizio preannuncia che il 2005 sarà un anno molto interessante e ricco di appuntamenti astronomici.

Se nel 2004 abbiamo potuto ammirare lo spettacolo di due eclissi lunari totali, nel 2005 dovremo rassegnarci: ci saranno due eclissi di Luna, ma saranno parziali e invisibili dall'Europa. Per la prossima eclissi totale di Luna saremo costretti ad attendere il 3 marzo 2007. La stessa cosa non si può dire per le eclissi di Sole, che saranno due. La prima, l'8 aprile, non sarà visibile dall'Europa: in alcune zone della centralità sarà un'eclissi anulare, in altre un'eclissi totale. Il 3 ottobre si verificherà invece un'eclissi solare anulare: la fascia di anularità attraverserà la Penisola Iberica e molti già stanno pensando ad un viaggio, dato che in Italia sarà solo parziale.

Per quanto riguarda i pianeti, assisteremo ad un'altra opposizione di Marte, che sarà abbastanza favorevole. Il pianeta rosso, oltre ad essere vicino alla Terra, sarà alto nel cielo nella costellazione dell'Ariete. Raggiungerà il punto più vicino a noi il 30 ottobre e sarà in opposizione il 7 novembre. Vedremo Giove nella costellazione della Vergine. Sarà in opposizione il 3 aprile e lo potremo osservare la sera per tutta l'estate, fino a settembre, quando scomparirà nel crepuscolo serale, per poi riapparire a fine novembre al mattino. Saturno, dopo l'opposizione del 13 gennaio, sarà visibile la sera fino a giugno. Scomparirà poi tra le luci del tramonto; lo potremo rivedere al mattino ad agosto e sarà visibile a fine anno nella seconda parte della notte. I pianeti interni, Mercurio e Venere, non ci riservano transiti come nei due anni precedenti. Mercurio sarà visibile la sera poco dopo il tramonto nel mese di marzo, da metà aprile a metà maggio lo vedremo al mattino poco prima dell'alba, fra giugno e luglio di nuovo la sera, ad agosto al mattino, fra ottobre e novembre la sera, a dicembre di nuovo al mattino. Venere sarà visibile al mattino fino a marzo e per la restante parte dell'anno la sera. Tra gli altri fenomeni interessanti, la sera del 27 giugno si verificherà una congiunzione molto stretta tra Venere e Mercurio: sarà necessario un orizzonte sgombro da nubi e foschie per vederla. In questo stesso periodo si potranno osservare la sera Mercurio, Venere e Saturno, vicini all'orizzonte occidentale.

Elenco dei principali eventi dell'anno:
Terra al perielio (2 gennaio)
Saturno in opposizione (13 gennaio)
Equinozio di primavera (20 marzo)
Giove in opposizione (3 aprile)
Eclissi di Sole (8 aprile)
Eclissi di Luna (24 aprile)
Plutone in opposizione (3 giugno)
Solstizio d'estate (21 giugno)
Congiunzione Venere-Mercurio (27 giugno)
Terra all'afelio (5 luglio)
Nettuno in opposizione (8 agosto)
Massimo delle Perseidi (12 agosto)
Urano in opposizione (1 settembre)
Equinozio d'autunno (22 settembre)
Eclissi anulare di Sole (3 ottobre)
Eclissi di Luna (17 ottobre)
Marte in opposizione (7 novembre)
Massimo delle Leonidi (17 novembre)
Massimo delle Geminidi (14 dicembre)
Solstizio d'inverno (21 dicembre)

Gli astrofili dell'A.M.A. non mancheranno agli appuntamenti con il cielo. Oltre alle tradizionali serate estive all'Osservatorio, saranno organizzate uscite in montagna: si dovrà però attendere l'avvicinarsi della stagione calda per non correre il rischio di trovare le strade innevate. Le iniziative più prossime sono un ciclo di incontri di astronomia e la seconda edizione del corso sull'uso dei telescopi.


 
 
osservatorio
Questo articolo è stato pubblicato sul giornalino Pulsar (numero 14, anno 2005)

> ritorna alla pagina precedente
> ritorna alla home page