home page - novità - mappa - link AMA - Associazione Marchigiana Astrofili - Ancona

Viaggio spaziale in assenza di gravità

articolo di Giovanelli Yuri

per vedere tutte le immagini selezionare una delle anteprime

Andare nello spazio è sicuramente il sogno di molti. Aspettando quindi che si giunga al turismo spaziale di massa (prospettiva non a breve termine e comunque molto costosa), vi è l'opportunità, alla portata di tutti (o quasi), di provare una delle sensazioni più forti ed emozionanti di un viaggio spaziale: quella dell'assenza di gravità! Questa opportunità la offre l'ESA (Agenzia Spaziale Europea) agli studenti europei, attraverso la sua campagna di voli parabolici che ormai da sei anni organizza. Lo scopo è duplice: infatti con questa iniziativa si avvicinano i giovani al mondo dello spazio e nello stesso tempo si ha l'opportunità di condurre esperimenti scientifici in assenza di gravità. Per fare ciò l'ESA mette a disposizione un aereo Airbus A300, che è il più grande del mondo attrezzato per questo tipo di voli. Inoltre i vantaggi sono economicamente notevoli, rispetto ai costi per effettuare lo stesso esperimento su uno Shuttle o sulla ISS; il lato negativo è che il tempo di permanenza a gravità zero è molto ridotto, quindi gli esperimenti devono essere concepiti per dare risultati in pochi minuti!

Per partecipare alla campagna degli studenti è necessario formare un gruppo di quattro aspiranti, trovare un docente che appoggi la candidatura e proporre un esperimento originale. I trenta esperimenti più meritevoli vengono selezionati ogni anno per volare insieme al gruppo proponente. A ogni gruppo viene chiesto poi di coinvolgere un giornalista che offra una copertura allo loro impresa con articoli e interviste. Bisogna poi, per ultimo ma non per questo di minor importanza, superare i test medici. Superati i test medici, l'appuntamento è all'aeroporto di Bordeaux-Merignac in Francia. Ai ragazzi viene offerto vitto e alloggio in un villaggio studentesco. Si caricano le attrezzature per gli esperimenti sull'aereo e qualche giorno prima si effettua un briefing approfondito, in cui il comandante dell'aereo spiega come si svolgeranno le parabole, e il medico i rischi a cui si va incontro (quello più diffuso è una banale nausea)! Una volta decollato, l'aereo si porterà sull'Atlantico, il volo durerà 3 ore e si effettueranno 30 parabole più una di prova, le parabole vengono eseguite in serie di cinque lasciando qualche minuto di "respiro" tra una serie e l'altra. Poi infine si ritorna sulla terra ferma e si tirano le conclusioni riguardo agli esperimenti! Quindi non mi resta che augurare ad ognuno di voi un grandissimo "in bocca al lupo!" per i vostri esperimenti … provare non costa nulla! Buona fortuna!


 
L'aereo Airbus A...
L'aereo Airbus A...

 
osservatorio
Questo articolo è stato pubblicato sul giornalino Pulsar (numero 13, anno 2004)

> ritorna alla pagina precedente
> ritorna alla home page