home page - novità - mappa - link AMA - Associazione Marchigiana Astrofili - Ancona

Attenzione! Asteroide vicino alla Terra

articolo di Veltri Mario

per vedere tutte le immagini selezionare una delle anteprime

Alla domanda secca: "esiste la possibilità reale che un asteroide colpisca la Terra?" abbiamo fornito una risposta circostanziata ed esauriente sui vari tipi di corpi celesti che nel loro vagare per il sistema solare possono collidere con la Terra. Forse la nostra risposta è stata troppo prolissa e non altrettanto secca, per cui ancora oggi alcuni lettori ci propongono lo stesso quesito.

Torniamo volentieri sull'argomento anche perché si verifica in questi giorni (29 settembre) un incontro ravvicinato dell'asteroide Toutatis, individuato con la sigla 4179 (1989 Ac), con il nostro pianeta.
L'asteroide Toutatis (porta il nome del dio celtico della guerra e dell'abbondanza) è stato scoperto nel 1989 e possiede delle peculiarità che lo rendono interessante e, nel futuro, pericoloso.
Ha forma oblunga irregolare con una dimensione media di circa 5 km. Presenta un movimento ruzzolante non avendo un unico asse di rotazione e percorre un'orbita attorno al Sole quasi complanare a quella della Terra. Ogni quattro anni le due orbite si intersecano.

La distanza minima dell'asteroide dalla Terra, nell'incontro del 29 settembre, è di 1.570.000 km, circa 4 volte la distanza Terra-Luna (quasi la metà del rendez-vous del 1992, avvenuto ad una distanza di 3.600.000 km, suscitando tante preoccupazioni e paure).
Questa volta non sono stati lanciati allarmismi eccessivi, anche se, occorre dire che, potenzialmente, l'asteroide Toutatis, date le sue caratteristiche, potrebbe rendersi pericoloso nel futuro.

Presso Cambridge, in USA, è stato istituito il Minor Planet Center che riceve segnalazioni da parte di una rete internazionale di stazioni sparse su tutta la Terra, elabora le orbite e lancia gli allarmi per potenziali pericoli di collisione. In Italia è operante e molto attiva una stazione denominata CINEOS (Campo Imperatore Earth Objects Survey) dipendente dall'Osservatorio di Roma. Tale stazione negli ultimi tre anni ha scoperto 1600 nuovi asteroidi di cui 6 sono stati dichiarati vicini alla Terra e indicati con la sigla NEO (Near Earth Objects). Quando un asteroide viene indicato con tale sigla significa che è interessante e va sorvegliato, ma non significa che vi è pericolo di collisione immediata.

È corretto perciò dire che l'orbita di Toutatis è potenzialmente pericolosa e potrebbe diventare pericolosa qualora si dovesse verificare qualche interazione gravitazionale che ne modifichi l'orbita.


 
Quattro immagini...
Quattro immagini...

 
osservatorio
Questo articolo è stato pubblicato sul giornalino Pulsar (numero 13, anno 2004)

> ritorna alla pagina precedente
> ritorna alla home page