home page - novità - mappa - link AMA - Associazione Marchigiana Astrofili - Ancona

Arrivederci estate

articolo a cura della redazione di Pulsar

per vedere tutte le immagini selezionare una delle anteprime

Siamo all'ultima uscita di questo giornalino per il 2004 e, come ogni anno, forniamo una breve sintesi delle nostre attività estive. Il Transito di Venere sul Sole dello scorso 8 giugno è stato l'evento astronomico dell'anno; le televisioni locali ci hanno contattato per avere notizie sul fenomeno, per sapere come ci saremmo organizzati e per riprendere il passaggio in diretta. Un dettagliato resoconto della nostra esperienza è riportato in questo numero; l'autore dell'articolo, Davide Ballerini, è diventato papà di una bellissima bambina lo scorso 14 settembre: l'A.M.A. e il Gruppo Astrofili D.L.F. si congratulano con lui e con la moglie Ramona.

Anche quest'anno abbiamo riproposto gli ormai tradizionali appuntamenti del sabato sera all'Osservatorio, dalla fine di giugno alla prima settimana di agosto: molte persone sono venute per ammirare la Luna, Giove, l'ammasso globulare M 13, l'ammasso aperto M 11, la nebulosa anulare M 57, la Galassia di Andromeda ed infine le stelle doppie Mizar e Albireo.

L'iniziativa pubblica più interessante è stata sicuramente l'incontro dell'11 agosto al parco della Cittadella di Ancona, in occasione delle Perseidi o "Lacrime di San Lorenzo"; il tempo purtroppo non è stato clemente e le nuvole, accompagnate da qualche breve e sporadico acquazzone, ci hanno concesso la visione delle meteore solo dopo la mezzanotte. Nonostante questo, il pubblico è stato numeroso: circa duecento persone sono state intrattenute dai vari relatori intervenuti. Massimo Morroni ha cominciato illustrando il fenomeno delle stelle cadenti, che avrebbero dovuto essere le protagoniste della serata. Poi Stefano Marcellini dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) ha tenuto una conferenza dal titolo "Dal Big Bang ai buchi neri", in cui ha esposto, con un linguaggio semplice ma rigoroso, concetti e teorie di astrofisica e cosmologia. Carlo Rinaldo ha concluso con una breve relazione riguardate i satelliti Iridium: infatti, quella sera, se il tempo lo avesse permesso, sarebbe stato visibile un Iridium flare. L'intervento del prof. Mario Veltri non è stato possibile a causa dei suoi recenti problemi di salute: a lui tutti gli astrofili fanno i più sentiti auguri. Ringraziamo pertanto i relatori, l'Assessorato alla Cultura del Comune di Ancona, la prima e la seconda circoscrizione, il Dopolavoro Ferroviario di Ancona, i gestori del bar della Cittadella e tutti coloro che hanno contribuito all'organizzazione dell'iniziativa.

Cogliamo l'occasione per ringraziare anche tutti coloro che hanno pubblicizzato le nostre attività: i quotidiani locali, le circoscrizioni del Comune di Ancona, lo stesso Comune di Ancona, che ha inserito il calendario dei nostri incontri nel giornalino dell'estate cittadina. In particolare, la rivista Buon Gusto Marche ha dedicato un articolo all'astronomia e alle attività degli astrofili marchigiani, intervistando il prof. Veltri per l'A.M.A. e il prof. Angeletti per l'associazione "Crab Nebula" di Tolentino.

Non sono mancate inoltre le serate dei soci dell'A.M.A. sul Monte San Vicino. Naturalmente non abbiamo potuto godere del black out totale, come accaduto l'anno scorso, ma il cielo di montagna è sempre uno spettacolo meraviglioso già ad occhio nudo: si vede la Via Lattea attraversare il firmamento, si riconoscono tante costellazioni poco appariscenti e si vedono tanti interessanti oggetti, come gli ammassi del Sagittario, visibili con difficoltà dalle zone disturbate dalle luci urbane. Gli oggetti del catalogo Messier si mostrano al telescopio in tutto il loro splendore: in particolare, il nostro telescopio dobsoniano da 50 cm offre una visione sublime del profondo cielo. Alcuni soci hanno trascorso intere nottate all'aperto sul monte, armati di telescopi, binocoli e macchine fotografiche, attendendo il sorgere di Venere e poi andandosene al comparire dei primi raggi di Sole.

In conclusione, salutiamo la stagione calda, dandole appuntamento al prossimo anno; pubblichiamo quindi in questo numero varie notizie per gli studenti che si accingono a riprendere la loro attività e a prenotare visite all'Osservatorio.


 
L'ammasso globul...
L'ammasso globul...

 
osservatorio
Questo articolo è stato pubblicato sul giornalino Pulsar (numero 13, anno 2004)

> ritorna alla pagina precedente
> ritorna alla home page