home page - novità - mappa - link AMA - Associazione Marchigiana Astrofili - Ancona

Il cielo del 2002 e le attività dell'associazione

articolo di Marini Alessandro

per vedere tutte le immagini selezionare una delle anteprime

Il 2002 è iniziato con l’opposizione di Giove del 1° gennaio, la migliore occasione per osservare il gigante del sistema solare in tutto il suo splendore. Vediamo cos’altro ci riserveranno nel 2002 i cinque pianeti visibili ad occhio nudo. In aprile potremo vedere, nel cielo della sera, tra ovest e nord-ovest, un allineamento dei pianeti Saturno, Marte, Venere e Mercurio, e ancora più in alto di questo allineamento brillerà Giove. Aprile sarà un mese favorevole per l’osservazione di Mercurio; questo pianeta, molto difficile da scorgere perché molto vicino al Sole, tramonterà, alla fine del mese, addirittura due ore dopo il tramonto del Sole. Venere comincerà ad essere visibile la sera dopo il tramonto verso ovest nel mese di marzo; il 7 maggio sarà in congiunzione con Saturno e il 10 con Marte. A giugno tramonterà due ore e mezzo dopo il Sole e il giorno 3 sarà in congiunzione con Giove. Alla fine di ottobre non sarà più visibile la sera e ricomparirà a novembre tra i chiarori dell’alba. Marte, dopo l’opposizione dello scorso anno, diminuirà progressivamente la sua luminosità e il suo diametro apparente; sarà visibile la sera verso ovest, poco dopo il tramonto; a giugno non sarà più visibile e ricomparirà a settembre tra le luci dell’aurora. Giove sarà visibile la sera fino a maggio, a giugno scomparirà tra i bagliori della luce solare. Ricomparirà in agosto prima dell’alba, e anticiperà sempre il suo sorgere. Alla fine dell’anno sarà visibile nella seconda parte della notte.

Saturno, il "signore degli anelli", sarà visibile fino a marzo nella prima parte della notte, poi si avvicinerà sempre più al Sole e a maggio si perderà nei chiarori del tramonto. Alla fine di luglio ricomparirà nel cielo mattutino e da settembre comincerà ad essere di nuovo visibile nella seconda parte della notte, anticipando il suo sorgere di giorno in giorno.

Dobbiamo anche ricordare i due sciami meteoritici più noti. Il massimo delle Perseidi, o "Lacrime di S. Lorenzo" , è previsto per il 12 agosto, la Luna non disturberà l’osservazione. Le Leonidi raggiungeranno il culmine della loro attività il 18 novembre, ma la Luna sarà di ostacolo all’osservazione. Per quanto riguarda l’attività dell’A.M.A., è in programma un ciclo di conferenze organizzate in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della provincia di Ancona, con altre associazioni astrofile della Provincia. Non mancheranno le tradizionali serate estive, all’Osservatorio di Pietralacroce, all’interno del Parco del Conero e alla Cittadella.


 
Saturno, il
Saturno, il "sig...

 
osservatorio
Questo articolo è stato pubblicato sul giornalino Pulsar (numero 5, anno 2002)

> ritorna alla pagina precedente
> ritorna alla home page