home page - novità - mappa - link AMA - Associazione Marchigiana Astrofili - Ancona

Serata sul Monte Conero

articolo di Marini Giorgio

per vedere tutte le immagini selezionare una delle anteprime

La novità di quest’anno in fatto di iniziative astronomiche è stata la serata del 27 Luglio, svoltasi in un piazzale erboso adiacente al Hotel Monte Conero, gentilmente concessoci dai gestori dell’albergo. Il cielo abbastanza limpido ha decretato il successo della serata, nonostante la presenza di alcune luci, un po’ fastidiose, ma ineliminabili, e l’eccessiva altezza di alcuni alberi. Si è registrata la presenza di un centinaio di persone, che hanno seguito l’interessante conferenza, tenuta da Adolfo Amici, e che hanno messo l’occhio ai telescopi portati dai soci. Il relatore, uno dei soci più attivi dell’A.M.A., ha dedicato gran parte del suo intervento alla Luna, il corpo celeste più vicino a noi, quella sera nella fase di primo quarto. La superficie lunare è stata mostrata al pubblico tramite un video-proiettore, collegato ad un telescopio, e Adolfo ha così potuto illustrare i particolari più interessanti, come mari, crateri e montagne; ha anche fornito alcuni dati numerici sul nostro satellite, come massa, densità, volume e diametro e ha esposto le varie teorie sulla sua origine, mettendo in evidenza la più accreditata, quella dell’"impatto gigante": un corpo delle dimensioni di Marte avrebbe urtato di striscio la giovane Terra e parte del materiale superficiale schizzato via da entrambi i corpi avrebbe cominciato ad orbitare attorno al pianeta, aggregandosi e formando così la Luna. L’attenzione è stata rivolta anche alla composizione delle rocce lunari e ai cosiddetti "lunamoti", deboli terremoti che si verificano sulla Luna e che sono stati rilevati da sensibili sismometri, collocati sulla superficie lunare dagli astronauti delle missioni Apollo. Sono state anche mostrate, tramite un CD Rom, immagini di stelle, galassie e degli oggetti più appariscenti del cosmo. I telescopi, portati da vari soci, sono stati puntati, oltre che sulla Luna, anche su altri interessanti oggetti: Marte, che all’oculare appare come un dischetto di colore rossastro; la Galassia di Andromeda, distante oltre 2 milioni di anni-luce e che si presume contenga all’incirca duecento miliardi di stelle; l’ammasso globulare nella costellazione di Ercole, M13, che si trova ai confini della nostra Galassia.

L’iniziativa è stata organizzata soprattutto con l’intento di sollecitare gli enti pubblici a prendere in considerazione la possibilità di trovare un sito, sul Monte Conero, su cui piazzare il telescopio Dobson da 50 cm, ora in fase di costruzione, e su cui costruire, in seguito, anche un osservatorio vero e proprio. La serata ha anche segnato l’inizio di una raccolta di firme, a sostegno di una proposta di legge, da presentare al Consiglio Regionale delle Marche: si richiede l’adozione di misure in materia di risparmio energetico e di contenimento dell’inquinamento luminoso, divenuto ormai una piaga intollerabile dei nostri cieli.


 
Il 27 Luglio a M...
Il 27 Luglio a M...

 
osservatorio
Questo articolo è stato pubblicato sul giornalino Pulsar (numero 4, anno 2001)

> ritorna alla pagina precedente
> ritorna alla home page