home page - novità - mappa - link AMA - Associazione Marchigiana Astrofili - Ancona

Come e perché si formano le macchie solari

articolo di Veltri Mario

per vedere tutte le immagini selezionare una delle anteprime

In questo periodo si sente parlare molto di macchie solari, zone più scure della superficie del sole. Come e perché si formano? (William Grassini)

Le macchie solari sono delle zone oscure della fotosfera solare, di cui si riconoscono sia la struttura, sia il comportamento descritto dalle osservazioni. Meno note risultano invece le cause e la natura delle macchie. Normalmente una macchia ha un nucleo centrale scuro detto ombra, circondato da un anello più o meno regolare di colore grigio-cenere che costituisce la penombra. Le macchie hanno origine generalmente in coppie in punti della fotosfera solare detti pori,un po’ più scuri rispetto alla normale granulazione tipo riso, situati solo raramente al di sopra dei 45° di latitudine.

Salvo rare eccezioni, il sorgere di una coppia di macchie in un emisfero è accompagnato da quello di un'altra coppia, all’incirca simmetrica nel-l’altro emisfero. Le due coppie di macchie sono di polarità magnetica inversa.

La durata di una macchia varia da qualche giorno a qualche mese. Normalmente nel corso di una settimana circa le macchie si sviluppano dando origine a gruppi di macchie. Dai punti di origine si avvicinano verso l’equatore e dopo una fase di massima attività, che dura qualche giorno, si suddividono in macchie più piccole e scompaiono.

I punti della fotosfera in cui si originano le macchie subiscono una mobilità di stato e un notevole raffreddamento (La temperatura viene stimata in circa 4000° C, circa 2000° in meno di quella della fotosfera).

Gli studi condotti fino ad oggi sulle macchie solari consentono di ritenere che esse siano zone perturbate da vortici giganteschi generati da intensi campi magnetici.

Le macchie di uno stesso emisfero hanno le stesse polarità, ma essa si inverte quando si passa da un ciclo di attività al seguente.

La durata di mezzo ciclo magnetico è di circa 11 anni, come il ciclo tra due massimi, comunemente noto come "ciclo delle macchie solari". Per ritornare alla stessa polarità occorrono perciò due mezzi cicli. Un ciclo magnetico completo dell’attività solere è perciò di 2 o 3 anni. Occorre aggiungere che le differenti velocità di rotazione delle zone della superficie solare a diverse latitudini (La regione equatoriale è più veloce per cui ogni 3 anni compie 5 rotazioni in più rispetto alle regioni a 50° di latitudine) producono una distorsione delle linee di forza del campo magnetico e l’aumento dell’intensità del campo stesso con la formazione di aree bipolari.


 
Macchie Solari d...
Macchie Solari d...

 
osservatorio
Questo articolo è stato pubblicato sul giornalino Pulsar (numero 4, anno 2001)

> ritorna alla pagina precedente
> ritorna alla home page