home page - novità - mappa - link AMA - Associazione Marchigiana Astrofili - Ancona

Azimut

articolo di Veltri Mario

per vedere tutte le immagini selezionare una delle anteprime

Voglio incoraggiare il capitano marittimo Giancarlo Piras che ci fa pervenire una e-mail da Cagliari proponendoci uno strano metodo di determinazione dell'Azimut del Sole.

La determinazione dell'Azimut di Sole nella navigazione astronomica serve al controllo della bussola magnetica o alla determinazione del punto nave con rette di altezza. In generale il calcolo viene eseguito applicando al triangolo di posizione polo-zenit-astro la formula delle cotangenti già risolta in speciali tavole ( le cosiddette A, B, C) o in casi speciali come le tavole Albini (quando la declinazione non supera i 23°) o per il sorgere e tramonto del Sole e della Luna. Il metodo semplicistico che il cap. Piras vorrebbe introdurre non è corretto poiché introduce errori grossolani sia per la variazione della velocità in Azimut dell'astro, sia perché non è legittimo sottrarre da un arco di orizzonte espresso in gradi una differenza di tempo espressa in ore e trasformata in gradi.

Le perplessità espresse dal cap. Piras nella sua lettera sono, per quel che mi riguarda, fondate. Mi fa piacere sentire che gli studi fatti all'Istituto Nautico lo hanno soddisfatto e gli hanno trasmesso una passione per materie come l'astronomia che ancora oggi lo attrae. Lo incoraggio a proseguire e ad utilizzare le conoscenze di astronomia di posizione acquisite a scuola per pervenire all'astrofisica e alla cosmologia.


 
 
 

 
osservatorio
Questo articolo è stato pubblicato sul giornalino Pulsar (numero 32, anno 2011)

> ritorna alla pagina precedente
> ritorna alla home page