home page - novità - mappa - link AMA - Associazione Marchigiana Astrofili - Ancona

Il Geoide

articolo di Veltri Mario

per vedere tutte le immagini selezionare una delle anteprime

Un lettore, che si firma m.m. e vuole restare anonimo, ci fa pervenire una e-mail con la quale tra le tante cose sulla forma e dimensione della Terra ci chiede anche cosa si intende per Geoide.

Per semplificare supponiamo la Terra sferica ed omogenea e determiniamone il raggio con il metodo usato da Eratostene perfezionato col trascorrere dei secoli. Ripetiamo l'operazione a varie latitudini. Troviamo che il valore di un grado di meridiano è diverso a seconda della latitudine. Precisamente è di km 111,324 all'equatore e di 110,949 al polo. Ciò sta a significare che la forma della Terra non è sferica ma ellissoidica con il raggio equatoriale di 6378,39 km e raggio polare di 6356,91. In effetti tale figura geometrica, che prende il nome di ellissoide di rotazione schiacciato, è la forma che assumerebbe la Terra se fosse omogenea.
Poiché la Terra non è omogenea al suo interno ed ha una superficie esterna molto irregolare è stata assunta come forma reale della Terra la superficie di equilibrio delle acque del mare estesa sotto i continenti, astraendo dal movimento delle maree e dal moto ondoso. Tale superficie prende il nome di Geoide.


 
 
 

 
osservatorio
Questo articolo è stato pubblicato sul giornalino Pulsar (numero 29, anno 2010)

> ritorna alla pagina precedente
> ritorna alla home page