home page - novità - mappa - link AMA - Associazione Marchigiana Astrofili - Ancona

I Poli

articolo di Veltri Mario

per vedere tutte le immagini selezionare una delle anteprime

Le tappe di avvicinamento ai due poli terrestri (Artico ed Antartico) costituiscono aspetti memorabili nella storia delle esplorazioni polari. Su questo argomento di recente sono stati pubblicati due volumi. L'editore Carte Scoperte di Milano ha pubblicato I diari del Polo di Robert Falcon Scott, mentre l'Hoepli ha pubblicato un volume dal titolo La sfinge dei ghiacci. Il primo riguarda la leggendaria corsa per la conquista del Polo Sud che viene rivissuta attraverso i diari del perdente Falcon Scott giunto alla meta qualche ora dopo dell'altro concorrente Roald Amundsen che piantò la bandiera norvegese al Polo Sud il 14 dicembre 1911. Si tratta di un documento interessate da un punto di vista scientifico e appassionante da un punto di vista umano. Nell'altro volume, Franco Brevini, docente di letteratura italiana, alpinista e viaggiatore, ci racconta la storia della conquista del Polo Nord vista attraverso gli esploratori italiani. Questo volume è ben documentato e "copre un vuoto sconcertante"- dice lo stesso autore - nella storia italiana delle esplorazioni polari.

Forse non molti sanno che le Marche hanno dato un notevole contributo alle esplorazioni polari. Nelle Marche esiste un Museo Polare Etnografico con sede a Fermo e si stampa una rivista avente titolo " Il Polo" opera dello studioso ed esploratore Silvio Zavatti vissuto tra Porto Potenza e Civitanova Marche e morto nel 1985. Silvio Zavatti fin dal 1938, in un articolo pubblicato sul Resto del Carlino, lanciò un messaggio chiaro: l'esplorazione polare non può essere considerata come un'avventura ma deve rientrare nell'ambito della ricerca scientifica, poiché i Poli costituiscono la fucina delle condizioni climatiche dell'intero globo terrestre. Sono in corso di pubblicazione i diari delle sue cinque spedizioni polari.


 
 
 

 
osservatorio
Questo articolo è stato pubblicato sul giornalino Pulsar (numero 29, anno 2010)

> ritorna alla pagina precedente
> ritorna alla home page