home page - novità - mappa - link AMA - Associazione Marchigiana Astrofili - Ancona

Il Sole ad Ancona

articolo di Veltri Mario

per vedere tutte le immagini selezionare una delle anteprime

Le domande che affiorano durante conversazioni amichevoli, apparentemente sono banali, ma, a pensarci bene, sono le più spontanee e sensate e, a volte, anche le più acute. Qualche tempo fa ero in Piazza Cavour con amici. Uno di essi ad un certo momento disse:"Stamattina ero al Passetto e ho visto il Sole sorgere dal mare. Una meraviglia! Ora siamo qui a Piazza Cavour ed il Sole sta tramontando in mare verso Senigallia. Ad Ancona perciò il Sole sorge dal mare e tramonta in mare. Ci deve essere pure una spiegazione a questo fenomeno".

Certamente, - risposi - la spiegazione si basa su due aspetti. Il primo riguarda la declinazione del Sole, che da marzo a settembre diventa positiva e raggiunge un valore massimo di 23,5 gradi il 21 giugno (solstizio d'estate). Il 21 marzo invece il Sole sorge nel punto Est e tramonta nel punto Ovest dell'orizzonte. Con il passare dei mesi sorge tra Est e Nord e tramonta tra Ovest e Nord. L'angolo, misurato sull'orizzonte, tra il punto Est e il punto del sorgere o tra il punto Ovest e il punto del tramonto, prende il nome di amplitudine. Tale angolo si può calcolare se è nota la latitudine dell'osservatore e la declinazione del Sole.

Il secondo aspetto riguarda l'orientamento della linea di costa tra Ancona e Senigallia. Mentre nella zona del Conero la linea di costa forma con il meridiano un angolo di circa 30 gradi Ovest, dopo l'insenatura del porto, quando la linea riprende, dalla Stazione di Ancona verso Falconara, assume un'inclinazione di circa 45 gradi e, nel primo tratto, corre quasi verso Ovest. Tra giugno e luglio, quando il Sole assume la massima declinazione Nord (solstizio d'estate) e quindi la massima amplitudine, il fenomeno del sorgere e del tramontare sul mare è ben visibile sia al mattino, dal Passetto, sia la sera, da un punto quanto più possibile poco elevato sul mare (Corso Garibaldi o il Porto).


 
Il percorso del ...
Il percorso del ...

 
osservatorio
Questo articolo è stato pubblicato sul giornalino Pulsar (numero 25, anno 2008)

> ritorna alla pagina precedente
> ritorna alla home page