home page - novità - mappa - link AMA - Associazione Marchigiana Astrofili - Ancona

Osservare il cielo nel 2008

articolo a cura della redazione di Pulsar

per vedere tutte le immagini selezionare una delle anteprime

Gli appassionati della scienza del cielo non dovranno dimenticarsi nel 2008 di alcuni appuntamenti importanti. Tra essi due eclissi totali di Luna, il 21 febbraio e il 16-17 agosto. Nella tabella sono riportate le fasi dell'eclissi del 21 febbraio, che sarà totale; come il 3 marzo 2007, potremo quindi ammirare la Luna Rossa, sebbene l'orario non sarà molto comodo.

Fase

Ora

Ingresso nella penombra

01.36

Primo contatto con l'ombra

02.42

Secondo contatto con l'ombra     

04.01

Massimo dell'eclisse

04.27

Terzo contatto con l'ombra

04.51

Quarto contatto con l'ombra

06.09

Uscita dalla penombra

07.16

Dati dell'eclisse lunare del 21/02/2008 (dal Diario di Nuovo Orione)

In quella del 16-17 agosto la Luna sarà eclissata per l'80% e l'eclisse sarà quindi parziale. Per quanto riguarda le eclissi di Sole, la prima dell'anno si verificherà il 7 febbraio, ma sarà visibile solo dal Polo Sud; il 1° agosto un'eclisse solare totale interesserà le regioni settentrionali dell'Asia e alcuni tra i nostri soci stanno già preparando una vacanza astronomica all'insegna del cosiddetto Sole Nero.

I pianeti da osservare saranno Marte e Saturno nella prima parte dell'anno. Marte, essendo passato all'opposizione lo scorso Natale, sarà visibile fino alla fine dell'estate, quando scomparirà tra i bagliori del crepuscolo serale. Saturno, in opposizione il 25 febbraio, rimarrà nel cielo serale fino ad agosto per poi riapparire al mattino a fine settembre.

Giove, Urano e Nettuno saranno visibili in estate; in particolare Giove raggiungerà l'opposizione il 9 luglio nella costellazione del Sagittario.
Per i pianeti interni, Mercurio e Venere, i periodi migliori sono le elongazioni, cioè le massime distanze angolari dal Sole, le cui date si possono conoscere consultando gli almanacchi astronomici. Venere nel 2008 non presenterà nessuna elongazione, perché l'ultima è stata alla fine del 2007 e la prossima sarà all'inizio del 2009.
Tra le occultazioni lunari segnaliamo quella di Marte il 10 maggio, di Nettuno il 27 maggio e di Venere il 1° dicembre. L'occultazione di Marte sarà diurna e quindi osservabile con difficoltà solo con gli strumenti; Nettuno verrà occultato solo per l'Italia Centro-settentrionale; ben visibile al tramonto sarà invece l'occultazione di Venere.

Speriamo infine che le comete ci riservino qualche sorpresa, come accaduto nel 2007 per la cometa Holmes, che ha aumentato inaspettatamente la sua luminosità e di cui parliamo nella quarta pagina di questo numero di Pulsar.


 
Eclisse totale d...
Eclisse totale d...

 
osservatorio
Questo articolo è stato pubblicato sul giornalino Pulsar (numero 23, anno 2008)

> ritorna alla pagina precedente
> ritorna alla home page