home page - novità - mappa - link AMA - Associazione Marchigiana Astrofili - Ancona

Ringraziamenti dell'Associazione Marchigiana Astrofili

articolo di Ballerini Davide

Colgo l'occasione, in questo breve spazio, per esprimere due particolari ringraziamenti, a nome di tutta l'Associazione: uno a chi ci ha riconosciuto un merito per le iniziative svolte, l'altro a chi ci ha invece voluto, generosamente, tenere in considerazione.

Il primo grazie è rivolto all'Unione Astrofili Italiani (U.A.I.), un'organizzazione che rappresenta un punto di riferimento nazionale per coloro che si interessano di astronomia, sia individualmente che all'interno di gruppi locali. Una realtà che da quarant'anni si impegna nella promozione di molte iniziative e attività, sia divulgative che di ricerca, consentendo uno scambio culturale, di informazioni e di esperienze, essenziale per la crescita di ogni astrofilo. Ebbene l'Associazione Marchigiana Astrofili, che da tempo collabora con l'UAI, è stata riconosciuta, in base ad un monitoraggio effettuato a livello nazionale, meritevole del premio Astroiniziative 2006, per l'attività di divulgazione svolta nell'anno 2005. Questo premio, che ci è stato consegnato recentemente, consiste in un telescopio riflettore Newton di 200 mm di diametro (specchio principale) e di 1 m di lunghezza focale per un'apertura di f/5, alloggiato su una montatura equatoriale EQ5, prodotto dalla nota ditta Auriga. Questo riconoscimento è stato per noi motivo di grande soddisfazione e, al di la dell'aspetto materiale, ha ricompensato tutti quegli sforzi sostenuti, che molti spesso non vedono, nel perseguire uno dei nostri principali obiettivi, la divulgazione scientifica. Vorrei sottolineare che ciò è stato possibile anche grazie al nostro segretario Alessandro Marini, che puntualmente teneva al corrente l'U.A.I sulla nostra attività.

Il secondo grazie è indirizzato a Loris Sangelantoni di Loreto, persona veramente squisita e di grande cultura, un appassionato di astronomia che, dopo diversi anni di inattività, ha voluto generosamente donare tutta la sua strumentazione astronomica all'AMA. Non si tratta del classico "telescopietto" da principiante, ma di una vera postazione semi-professionale trasportabile, corredata ben da due tubi ottici: un riflettore newtoniano di 200 mm e un rifrattore da 80 mm, il tutto costruito artigianalmente dalla ditta DNT di Roma. Dall'incontro con il signor Loris sono inoltre emerse altre affinità e interessi comuni in ambito scientifico, che ci auguriamo si possano tradurre prossimamente in una proficua collaborazione.


 
 
osservatorio
Questo articolo è stato pubblicato sul giornalino Pulsar (numero 21, anno 2007)

> ritorna alla pagina precedente
> ritorna alla home page