home page - novità - mappa - link AMA - Associazione Marchigiana Astrofili - Ancona

Comunicato dell'Unione Astrofili Italiani: Astrologia e Porta a Porta

articolo di Consiglio Direttivo UAI

Desidero informare che, a seguito della disgustosa puntata di Porta a Porta del 25 Gennaio scorso dedicata all'astrologia, abbiamo inviato agli On.li Gentili e Ferrante il seguente messaggio. Speriamo possa servire avere un po' di maggiore democrazia televisiva!

Cari On.li Gentili e Ferrante, In data giovedì 25 gennaio è andata in onda una puntata della trasmissione Porta a Porta dedicata all'astrologia. I contenuti del programma sono stati a dir poco discutibili, con ben 8 ospiti favorevoli o quanto meno indulgenti nei confronti dell'astrologia (3 astrologi professionisti, due deputati, un giornalista, due soubrette della TV). A rappresentare un'opinione diversa, il solo dott. Bagnasco del CICAP. Risulta davvero difficile elencare anche sommariamente le affermazioni criticabili espresse nel corso del dibattito. Uso improprio dei termini (astrologia definita una "scienza"), attacco ripetuto alla scienza "ufficiale" (con le tipiche accuse di razionalismo, positivismo, tecnicismo, matematicismo e via dicendo), accuse rivolte perfino alla Chiesa, rea di non riconoscere il valore dell'astrologia che sarebbe espressa perfino nei Vangeli attraverso la storia della stella del presepe. Pur nel rispetto delle opinioni degli ospiti e della libertà del dott. Vespa di condurre una trasmissione come meglio crede, riteniamo che altrettanto rispetto meritino i telespettatori, costretti a sorbirsi una mole impressionante di affermazioni prive di alcun riscontro di attendibilità. Come minimo ci pare evidente l'ipocrisia del programma il quale, in altre occasioni, ha tuonato contro Wanna Marchi e i suoi emuli. Come provocazione, ci piacerebbe poter richiedere - per "par condicio" - un dibattito con 8 scienziati "contro" un solo astrologo! Nell'immediato, ci chiediamo se non sia opportuno cogliere l'occasione per rilanciare una campagna di sensibilizzazione in favore del ddl che ormai confidenzialmente è noto come "il bollino sugli oroscopi". In questi termini è stato citato anche nella predetta trasmissione dal deputato della Margherita, l'on. Riccardo Villari, in un breve intervallo "razionalista" dopo che per tutta la tutta la puntata si è dichiarato grande appassionato di astrologia tradizionale, cinese e perfino gallica (!). Oltre alle note argomentazioni sul problema della eccessiva diffusione delle discipline esoteriche, ci è parso particolarmente stridente il contrasto nel modo di gestire l'informazione. Mentre da una parte i giornalisti sono impegnati in scioperi ed in una durissima trattativa per il riconoscimento della propria professionalità, in questa occasione si è assistito ad uno sdoganamento della presenza di astrologi "professionisti" (gli ospiti erano tra gli autori di oroscopi dei maggiori quotidiani nazionali), fino a giustificare in modo acritico la presenza di rubriche astrologiche profumatamente retribuite perfino in prima pagina (è il caso di Branko sul Messaggero). In un momento di crisi delle iscrizioni alle facoltà scientifiche e di difficoltà di un settore così strategico come la ricerca scientifica, questi modelli di informazione ed intrattenimento non possono a nostro avviso essere liquidati come un semplice "divertimento" per lettori e telespettatori. Confidiamo quindi in un Vostro intervento, anche a supporto della proposta di legge presentata dall'On. Gentili (n. 483). Per maggiori informazioni relativamente alla posizione dell'Unione Astrofili Italiani Vi preghiamo di consultare il sito UAI (www.uai.it) ed in particolare il sito della Commissione "Astrologia? No, Grazie!" alle pagine http://astrologianograzie.uai.it/. Rimaniamo a Vostra disposizione per quanto è possibile e necessario fare.

Il Consiglio Direttivo dell'Unione Astrofili Italiani
Il Presidente UAI Emilio Sassone Corsi


 
 
osservatorio
Questo articolo è stato pubblicato sul giornalino Pulsar (numero 20, anno 2007)

> ritorna alla pagina precedente
> ritorna alla home page