home page - novità - mappa - link AMA - Associazione Marchigiana Astrofili - Ancona

"Guarda che Luna….."

L'istituto Pedagogico Sociale all'Osservatorio

a cura delle classi 5°C e 5°E dell’Istituto Pedagogico-Sociale di Ancona

Eccoci qui: 31 maggio 2001, la 5a C e 5a E del Liceo Psico-Sociopedagogico di Ancona, all’osservatorio di Pietralacroce " P. Senigalliesi". Un gruppo attento, pronto all’osservazione. Un gruppo vario, comprendente l’accompagnatrice R. Defendi, professoressa di scienze, la professoressa N. Ciambrignoni, insegnante di italiano, l’insegnante M. Valenti, professoressa di sostegno, vari genitori, amici e molti bambini, questi ultimi estremamente esigenti nelle spiegazioni! E’ il nostro secondo appuntamento con il cielo e i suoi corpi celesti, dopo un primo non riuscito a causa di minacciosi nuvoloni. Ma anche questa sera il tempo sembra volerci tradire.. La cupola dell’osservatorio è già aperta, il telescopio è puntato sulla Luna, si può iniziare l’osservazione e vediamo solo una timida Luna che solo a piccoli intervalli ci mostra il suo viso pallido (AUGH!). Comunque siamo riuscite a constatare che.. "la Luna è tutta rotta", coma ha esclamato la piccola Irene di soli 5 anni. Infatti il nostro satellite appare solcato da enormi e innumerevoli crateri, originati dalla collisione con altri corpi celesti, come ci ha spiegato un responsabile dell’osservatorio. Abbiamo poi potuto osservare un'altra caratteristica della Luna: il mare della Tranquillità. Rappresenta una delle ampie aree a fondo quasi piatto, coperto da una polvere soffice che si suppone sia stata in buona parte lanciata dai crateri e leggermente elaborata dal vento solare. Infatti, nella faccia della Luna rivolta verso la Terra, sono numerose le zone montuose e le zone depresse, mentre nell’altra faccia prevalgono le "terre alte", accidentate da una gran quantità di crateri delle più varie dimensioni. Questa sera abbiamo avuto una luna che volgeva la sua "gobba" a ponente, quindi una Luna crescente, informazione tramandataci dal detto popolare che prosegue con " .. gobba a levante, Luna calante". Purtroppo non siamo riusciti ad ammirare altro del paesaggio celeste, ma siamo entusiaste dell’osservazione fatta. Per noi è stato un completamento dello studio teorico affrontato, una conferma delle nozioni conosciute, mentre per i bambini presenti è stata una entusiasmante scoperta. Ringraziamo lo staff dell’A.M.A. che si è reso disponibile ad illustrarci i vari elementi del cielo. Siamo certe di ritrovarci agli appuntamenti estivi con la sfera celeste per capire e sognare sui misteri del cielo.
 

pedagogico.jpg (8887 byte)
Questo articolo è stato pubblicato sul giornalino Pulsar (numero 4, anno 2001)

> ritorna alla pagina precedente
> ritorna alla home page