home page - novità - mappa - link AMA - Associazione Marchigiana Astrofili - Ancona

conoscere il cielo

LE SCHEDE DI FIORISA

9. La costellazione di Perseo

Una costellazione molto bella ed interessante è senza dubbio quella di Perseo. Visibile da luglio a marzo per le nostre latitudini, essa è una costellazione prevalentemente autunnale, che culmina a mezzanotte il 10 novembre.

Dal punto di vista mitologico, Perseo è l'eroe rimasto famoso per aver ucciso la Gorgone Medusa, dall'aspetto così terrificante che poteva, solo con uno sguardo, trasformare gli uomini in pietra. Perseo riuscì a decapitare Medusa guardando la sua immagine riflessa su uno specchio, in modo da non rimanere pietrificato. Dal sangue di Medusa si formò il cavallo alato Pegaso, con il quale, in seguito, salvò la principessa Andromeda, che stava per essere divorata da un mostro marino. Quest'ultima parte del mito è ricordata da altre costellazioni vicine, ma rimandiamo il racconto più dettagliato ad un'altra puntata della nostra rubrica.

Questa costellazione si trova a cavallo della Via Lattea e perciò mostra diversi ammassi aperti. Sicuramente il più noto e affascinante è il doppio ammasso, NGC 869 e 884, ad una distanza di circa 7-8000 anni-luce; si mostra in tutto il suo splendore già in un binocolo o in un telescopio a basso ingrandimento. Interessante è anche l'ammasso aperto M34, visibile con un binocolo e distante circa 1000 anni-luce. Citiamo anche la nebulosa planetaria M76, o "Piccolo Manubrio", molto debole e identificabile solo con un telescopio, e la nebulosa California, difficile da osservare visualmente, ma molto bella in fotografia, a causa della sua estensione apparente di circa due gradi e mezzo. Per quanto riguarda le stelle, a (alfa) Persei è nota come Mirfach; la sua magnitudine è di 1.8 e la distanza di circa 170 anni-luce. La stella più celebre è sicuramente ß (beta) Persei, o Algol, il prototipo delle stelle variabili ad eclisse, la cui luminosità varia a causa di una stella compagna che le passa davanti.

Parlando di Perseo, non possiamo non menzionare le Perseidi, o "Lacrime di S. Lorenzo"; costituiscono il più noto sciame meteorico, il cui massimo si ha attorno al 12 Agosto; il loro radiante si trova appunto nella costellazione di Perseo.

Perseo
Questo articolo è stato pubblicato sul giornalino Pulsar (numero 10, anno 2003)

> ritorna alle schede di Fiorisa
> ritorna alla home page