home page - novità - mappa - link AMA - Associazione Marchigiana Astrofili - Ancona

lezioni di astrofotografia

APPUNTI DI STEFANO STROLOGO - quarta puntata

L’anno che è arrivato si presenta interessante sotto il profilo astronomico, per una serie di eventi più o meno rari. Vediamo per ordine cronologico quali: il 7 Maggio Mercurio transita sul disco solare; Il 16 la Luna ci offrirà lo spettacolo di un’eclisse totale; il 31, sempre in maggio, il Sole sorgerà parzialmente eclissato. Agosto vedrà protagonista Marte, con la grande opposizione e massimo avvicinamento alla Terra. Di nuovo un’altra eclisse lunare il 9 Novembre, ancora più spettacolare!

Rinnovo l’invito a tutti i curiosi e gli appassionati a prendere contatto con i soci dell’ A.M.A. per l’osservazione e lo studio di questi fenomeni, da parte mia darò alcune indicazioni per chi vorrà fotografare questi fenomeni di meccanica celeste.

Per Mercurio, dovremo mettere in atto tutti gli stessi accorgimenti che valgono per la ripresa delle macchie solari; focali comprese tra i 500 e i 2000 mm, pellicole da 50 o 100 ISO, filtro solare ad alto assorbimento ND4 (fotografico) o ND5 (visuale), strumenti meglio se motorizzati per l’ inseguimento. Il diametro di Mercurio di 12", sarà troppo piccolo per obiettivi di focale corta, dovremo impressionare sulla pellicola un disco solare di almeno 10 mm di diametro; il pianeta apparirà 150 volte più piccolo! Il fenomeno inizierà alle ore 07:10 e si protrarrà sino alle ore 12:32, per i tempi di scatto ci affideremo all’esposimetro.

Per l’eclisse lunare del 16 Maggio, sarà d’obbligo un’alzataccia, visto che il fenomeno inizia a tarda notte! Alle ore 04:00 la Luna entrerà nel cono d’ombra della Terra, la fase centrale, caratteristica per la colorazione ramata,durerà poco perché l’astro tramonterà subito dopo. Attenzione alla scelta del luogo di osservazione, dovremo avere l’orizzonte ovest completamente libero da ostacoli. La strumentazione ideale sarà costituita da telescopi o grossi teleobiettivi fotografici, ma potranno usarsi anche comuni macchine fotografiche con ottiche di serie. Belle immagini potremo ottenerle abbinando monumenti, elementi naturali o artificiali, con la Luna non molto alta sulla linea dell’orizzonte. Consiglio pellicole di media o alta sensibilità, pose di alcuni secondi nella totalità se lavoreremo su cavalletto.

Quindici giorni dopo, altra sveglia anticipata per seguire l’eclisse parziale di Sole, il fenomeno sarà visibile solo nella fase del sorgere della nostra stella, dalle ore 04:28 alle ore 05.10. Qui valgono le stesse indicazioni precedenti, se vogliamo riprendere solo il disco solare, stessa strumentazione ed accessori come per Mercurio, altrimenti i normali obiettivi di serie, potranno immortalare profili dell’ orizzonte, con il sorgere del Sole parzialmente eclissato, 83% circa del disco.

Luna
La Luna (foto dell’autore)
Questo articolo è stato pubblicato sul giornalino Pulsar (numero 8, anno 2003)

> ritorna alle lezioni di astrofotografia
> ritorna alla home page