home page - novità - mappa - link AMA - Associazione Marchigiana Astrofili - Ancona

il dizionario

I TERMINI DELL'ASTRONOMIA ( S )

semiasse maggiore (a)
Distanza in un'orbita ellittica tra il centro e un vertice lungo l'asse maggiore. Corrisponde alla metà della somma delle distanze di ogni punto dai due fuochi.
sapore
Numero quantico che distingue in base alla massa i diversi tipi di quark (up, down, strange, charm, bottom, top) e di leptoni (elettrone, muone, tau, neutrino elettronico, neutrino mu, neutrino tau).
saros
Ciclo di tempo noto già nell'antichità in cui si ripete una successione di eclissi lunari e solari. La sua durata è di 6.585,32 giorni (circa 18 anni e 10 giorni) e dopo questo periodo Sole, Terra e Luna ritornano nelle stesse posizioni relative.
satèllite
Corpo che orbita intorno ad un pianeta al quale è legato dall'attrazione gravitazionale. Quasi tutti i pianeti del sistema solare (solo Mercurio e Venere ne sono privi) possiedono satelliti naturali.
satellite artificiale
Oggetto costruito dall'uomo e posto in orbita intorno alla Terra per scopi scientifici, militari e per le comunicazioni..
satelliti galileiani
I quattro satelliti di Giove (Io, Europa, Ganimede e Callisto) scoperti da Galileo nel 1610 e osservabili con un binocolo o un piccolo telescopio.
satelliti pastori
Satelliti naturali che tendono ad evitare la dispersione degli anelli planetari grazie alla loro influenza gravitazionale.
schiacciamento
Rapporto tra la differenza tra il raggio polare e quello equatoriale e il raggio all'equatore di un corpo in rotazione; per la Terra lo schiacciamento è 0,0034.
sciame
Gruppo di meteore che viaggiano nella stessa direzione con uguale velocità.
sciame atmosferico esteso (EAS)
Sciame di particelle che si origina a cascata nell'atmosfera terrestre per effetto delle interazioni di un fotone gamma proveniente dallo spazio con i nuclei di azoto e ossigeno.
scintillazione
Piccola variazione nella posizione e nella luminosità di una stella dovuta alla rifrazione della sua luce attraverso l'atmosfera della Terra.
secondo
Unità di misura del tempo definita nel Sistema Internazionale di Unità come "la durata di 9.192.631.770 cicli di radiazione corrispondenti alla transizione fra due livelli iperfini dello stato di base dell'atomo di cesio 133".
segno zodiacale
Una delle 12 parti in cui è stata divisa dagli antichi una zona estesa in 8.5° in latitudine intorno all'eclittica, a partite dal punto gamma.
selenografia
Lo studio della topografia della Luna.
selenologia
Lo studio delle rocce e dell'interno della Luna.
semiasse maggiore
In un'orbita ellittica è il parametro orbitale che corrisponde alla metà dell'asse maggiore.
separazione
Distanza angolare fra due stelle di un sistema binario misurata in secondi d'arco.
sequenza principale
Regione che va dall'angolo superiore sinistro a quello inferiore destro nel diagramma di Hertzsprung-Russell, nella quale in cui si trova la maggior parte delle stelle (compreso il Sole) durante la fase in equilibrio in cui la sorgente di energia è data dalla fusione dell'idrogeno in elio.
sezione conica
Famiglia comprendente il cerchio, l'ellisse, la parabola e l'iperbole, ciascuna delle quali può essere ottenuta sezionando un cono solido con un piano.
sfera armillare
Strumento astronomico antico in cui la sfera celeste è rappresentata da una serie di anelli metallici che rappresentano i principali cerchi della sfera celeste (es. equatore, eclittica) e con il quale è possibile rappresentare il moto degli astri principali.
sfera celeste
Sfera immaginaria in cui la Terra si trova al centro e sulla quale vengono proiettati tutti gli astri. A causa della rotazione terrestre la sfera celeste ruota da est verso ovest. Le misurazioni sulla sfera celeste vengono effettuate in gradi e per identificare le posizioni si utilizzano diversi sistemi di coordinate astronomiche.
shergottite
Tipo raro di meteorite cristallizzata 1,3 miliardi di anni fa e di probabile origine marziana.
siderite
Tipo di meteorite metallica composta principalmente da ferro e nichel.
sincrotrone
Acceleratore circolare in cui le particelle si muovono in gruppi sincronizzati.
singolarità
Regione dello spazio-tempo in cui non è possibile applicare le leggi della fisica a causa del valore infinito di alcune quantità fisiche.
sistema copernicano
Modello eliocentrico del sistema solare proposto da Copernico nel 1543, nel quale tutti i pianeti compresa la Terra si muovono su orbite circolari intorno al Sole che resta fisso al centro dell'Universo.
sistema altazimutale
Sistema di coordinate celesti avente per piani fondamentali il meridiano del luogo e l'orizzonte celeste, in cui la posizione di un oggetto è definita dalle coordinate altazimutali (altezza e azimut).
sistema eclitticale
Sistema di coordinate celesti avente per piani fondamentali il coluro degli equinozi e l'eclittica, in cui la posizione di un oggetto è definita dalle coordinate eclitticali (latitudine eclittica e longitudine eclittica).
sistema equatoriale
Sistema di coordinate celesti avente per piani fondamentali il coluro degli equinozi e l'equatore celeste, in cui la posizione di un oggetto è definita dalle coordinate equatoriali (declinazione e ascensione retta).
sistema orario
Sistema di coordinate celesti avente per piani fondamentali il meridiano del luogo e l'equatore celeste, in cui la posizione di un oggetto è definita dalle coordinate orarie (declinazione e angolo orario).
sistema solare
L'insieme costituito dal Sole e dai corpi a esso legati dall'attrazione gravitazionale (pianeti, satelliti, asteroidi e comete). Il sistema solare si è formato 5 miliardi di anni fa dalla condensazione di una nebulosa che circondava il Sole in formazione, e tutti i pianeti e gli asteroidi viaggiano intorno alla stella nella stessa direzione. Il sistema solare ruota insieme alla Galassia e si muove all'interno di essa verso un punto apparente (apice) che si trova nella costellazione di Ercole.
sistema tolemaico
Modello geocentrico del sistema solare descritto da Tolomeo nel II secolo d.C.
sizigie
Posizioni dell'orbita della Luna in cui questa si trova in congiunzione (novilunio) o in opposizione (plenilunio) al Sole, che corrispondono alla massima ampiezza delle maree. Il nome deriva da sysygia ("congiunzione").
sole fittizio
Sole immaginario che si muove a velocità costante lungo l'eclittica a velocità angolare costante e passa al perielio insieme al Sole vero.
sole medio
Sole ideale che si muove a velocità costante sull'equatore celeste e che passa al punto gamma insieme al sole fittizio. Il sole medio è un concetto adottato per definire il tempo solare medio.
solstizi
I punti sull'eclittica in cui il Sole raggiunge la sua declinazione massima (estate) e minima (inverno), situati all'incirca a metà strada fra i due equinozi. I solstizi si verificano intorno al 21 giugno e al 21 dicembre.
sonda
Veicolo spaziale simile ad un satellite artificiale, che viene utilizzato per l'esplorazione del sistema solare.
sorgente
Oggetto celeste non specificato dal quale riceviamo una radiazione elettromagnetica.
sorgente di raggi X ultraluminosa (ULX)
Classe di oggetti osservati in regioni periferiche delle galassie, caratterizzati da una luminosità bolometrica che supera 1039 erg/s.
sorgente radio transiente
Evento episodico per cui un oggetto astronomico emette radiazione per un periodo limitato di tempo.
sorgente ricorrente di raggi gamma soffici (SGR)
Classe di oggetti scoperta nel 1979, costituita da stelle a neutroni con intensi campi magnetici che emettono periodicamente lampi gamma vicini alla banda X.
sorgente super molle (SSS)
Sorgente che emette raggi X ad energia più bassa. Si tratta di una nana bianca con atmosfera molto calda in cui avvengono vicino alla superficie processi di fusione nucleare.
sorgere eliaco
> vedi levata eliaca
spazio
Concetto fisico legato alla posizione e all'estensione, misurato nelle sue tre dimensioni mediante la lunghezza, grandezza fisica fondamentale. Nel Sistema Internazionale la lunghezza si misura in metri (m), in astronomia a causa delle immense distanze si utilizzano comunemente le Unita Astronomiche, i parsec e gli anni-luce. Con la relatività generale viene introdotto il concetto di spazio-tempo.
spazio euclideo
Rappresentazione dello spazio in cui la curvatura è nulla e la somma degli angoli di un triangolo è 180°. E' lo spazio della nostra esperienza quotidiana, utile per rappresentare i fenomeni alla nostra scala.
spazio iperbolico
Rappresentazione dello spazio in cui la curvatura è negativa e la somma degli angoli di un triangolo è minore di 180° (es. superficie di una sella).
spazio sferico
Rappresentazione dello spazio in cui la curvatura è positiva e la somma degli angoli di un triangolo è maggiore di 180° (es. superficie di una sfera).
spazio-tempo
Struttura a quattro dimensioni che unifica e supera i concetti di spazio e tempo come entità assolute. Ogni punto è rappresentato da tre coordinate spaziali e una temporale. Il concetto di spazio-tempo è stato introdotto matematicamente da Minkowski e consente di descrivere la realta fisica mantemendo il presupposto dell'invarianza della velocità della luce per tutti gli osservatori. Nella Relatività Generale di Einstein la gravitazione è descritta in termini di curvatura dello spazio-tempo.
specchio primario
Lo specchio principale che raccoglie la luce in un telescopio riflettore.
spettro
Scomposizione di un raggio di radiazione elettromagnetica nelle sue componenti disposte in ordine di lunghezza d'onda. L'intero spettro delle radiazioni elettromagnetiche comprende, in ordine di lunghezza d'onda decrescente, onde radio, microonde, radiazione infrarossa, luce visibile, raggi ultravioletti, raggi X e raggi gamma. I tre tipi principali di spettri sono continuo, a riga di emissione e a riga di assorbimento: gli spettri continui risultano da processi come la radiazione del corpo nero o la radiazione sincrotronica, mentre gli spettri a riga sono causati da quanti di energia emessi o assorbiti negli atomi atomi o molecole.
spettro a riga di emissione
Spettro costituito da righe di emissione, punte o picchi d'intensità relativamente stretti, eventualmente sopra uno spettro continuo.
spettro continuo
Spettro che presenta una distribuzione uniforme senza picchi di intensità o depressioni. Ogni corpo emette uno spettro continuo che dipende dalla sua temperatura. Lo spettro continuo può essere attraversato da strette righe di assorbimento.
spettro di assorbimento
Spettro continuo in cui vengono visualizzate righe scure caratteristiche dell'assorbimento da parte di un elemento. Lo spettro di assorbimento è complementare a quello di emissione, dato che ogni sostanza assorbe solo le radiazioni che è in grado di emettere; quindi ad ogni riga luminosa di uno spettro di emissione corrisponde quindi una riga scura nello spettro di assorbimento. 
spettrometro
Strumento per l'osservazione di uno spettro.
spettro solare
Spettro ottenuto scomponendo la luce solare, che mostra sul fondo continuo le righe di Fraunhofer che corrispondono alle frequenze di assorbimento degli elementi presenti nella fotosfera.
spettroscopia
Parte della fisica che studia gli spettri elettromagnetici per determinare la composizione chimica e le condizioni fisiche della sorgente.
spicula
Estensione della cromosfera alta varie migliaia di kilometri.
spin
Momento angolare intrinseco di una particella, misurato in ħ = 6,58 · 10-34 J s. Le particelle a spin semintero (fermioni) sono descritte dalla statistica di Fermi-Dirac, quelle a spin intero (bosoni) da quella di Bose-Einstein. 
spostamento Doppler
Variazione della lunghezza d'onda in uno spettro causata dall'effetto Doppler. Lo spostamento nello spettro di un oggetto astronomico è verso il rosso (red-shift) se l'oggetto è in allontanamento e verso il blu se l'oggetto è in avvicinamento.
stabile
Particella che non decade, ovvero per la quale non esiste un processo conosciuto per cui possa scomparire e trasformarsi in particelle diverse.
stagione
Cambiamento ciclico delle condizioni ambientali sulla superficie di un pianeta nel corso di un'orbita completa intorno al Sole, derivante dal fatto che il suo asse di rotazione non è a 90° sul piano dell'eclittica.
stato stazionario (steady state)
Modello di universo proposto da Bondi, Gold e Hoyle, secondo cui viene creata materia dal nulla (1 atomo di H per m3 ogni 10 milioni di anni) per compensare la diminuzione di densità dovuta all'espansione dell'universo.
stella
Corpo celeste sferico che emette radiazioni elettromagnetiche nello spettro visibile e in altre frequenze. Le stelle si raggruppano in ammassi e in Galassie, e più della meta delle stelle osservabili sono doppie. Esse sono costituite principalmente di idrogeno (73% in peso) ed elio (25%), il resto sono carbonio, ossigeno e altri elementi pesanti. L'energia di una stella è prodotta nel nucleo dove hanno luogo alla temperatura di 10 milioni di gradi le reazioni termonucleari che trasformano l'idrogeno in elio. L'energia risale verso l'esterno per irraggiamento, poi giunge alla superficie per convezione.
La luminosità e la durata di una stella dipendono dalla massa e le stelle vengono classificate in classi spettrali (O, B, A, F, G, K, M) e inserite nel diagramma di Hertzsprung-Russell in base alla magnitudine assoluta e alla temperatura superficiale. Alla fine della propria vita la stella, esaurito il carburante che le manteneva in equilibrio, collassa, e in base alla propria massa può diventare una nana bianca oppure esplodere come supernova e diventando nello stadio finale una stella a neutroni o un buco nero.
stella al carbonio
Stella gigante rossa il cui spettro presenta forti bande di carbonio e di suoi composti.
stella binaria (o doppia)
Coppia di stelle in orbita l’una intorno all'altra grazie alla reciproca attrazione gravitazionale. Quasi la metà di tutte le stelle sono doppie, spesso la presenza di una stella doppia è dedotta dallo spettro composto (binarie spettroscopiche).
stella cadente
Termine popolare utilizzato per le meteore.
stella circumpolare
Stella che non scende mai sotto l'orizzonte perché ha una declinazione superiore a 90° - f (latitudine del luogo); ai poli tutte le stelle sono circumpolari.
stella degenerata
Stelle in uno stadio avanzato di evoluzione conseguente ad un collasso gravitazionale in cui la pressione è tale che non possono esistere gli atomi. Nelle nane bianche elettroni e nucleoni formano una massa densa e compressa, nelle stelle a neutroni la pressione è tale che elettroni e nucleoni si fondono e la materia risultante è composta da neutroni saldamente compressi. 
stella del mattino
Termine che descrive il pianeta Venere quando appare ad oriente prima del sorgere del Sole.
stella della sera
Termine che descrive il pianeta Venere quando appare ad occidente al crepuscolo.
stella di neutroni
Stella degenerata costituita da neutroni con una densità risultante di 1017 kg/m3. Le stelle di neutroni sono il risultato dell'evoluzione delle stelle di massa compresa tra 1,5 e 3 masse solari, che dopo il collasso gravitazionale e l'esplosione come supernova lasciano un residuo stellare osservabile come pulsar in cui la forte pressione ha fuso elettroni e protoni e ha formato una massa densa di neutroni.
stella di Wolf-Rayet (WR)
Classe di stelle rare e caldissime di colore bianco-giallo e con una temperatura di superficie compresa tra 20.000 e 50.000 K.
stella doppia
Stella binaria.
stella gigante
Stella che ha un raggio tra 10 e 100 volte e una luminosità tra 10 e 1.000 volte quella del Sole.
stella mira
Stella variabile di lungo periodo; il prototipo di questa classe è Mira Ceti.
stella multipla
Gruppo di più stelle legate insieme in un sistema dall'attrazione gravitazionale.
stella RR Lyrae
Stella variabile pulsante relativamente vecchia e poco luminosa che di solito si trova negli ammassi globulari. Hanno un periodo che va da qualche ora ad un giorno e una variazione di luminosità di 0,2-2 magnitudini. Il prototipo della classe è RR Lyrae.
stella T Tauri
Stella variabile irregolare, ancora nella fase iniziale della sua formazione con una temperatura superficiale tra i 3.500 e i 7.000 K. Si trovano all'interno di dense nubi interstellari e vicino a stelle di tipo O e B. Il prototipo della classe è T Tauri.
strange (s)
Sapore di quark (il terzo in ordine di massa crescente) dotato di carica elettrica -1/3.
stratosfera
Regione dell'atmosfera terrestre sopra tra 15 e 50 km la cui temperatura va da 270 K a 240 K.
substorm
Spettacolare esplosione di luce che occasionalmente può apparire durante le aurore boreali.
sud (S)
Punto cardinale individuato nel nostro emisfero dalla linea meridiana verso la direzione del sole a mezzogiorno.
supergigante
Stella molto massiccia, di solito in uno stato avanzato della sua evoluzione stellare.
supernova (SN)
Esplosione di una stella più massiccia del Sole alla fine della sua evoluzione. Durante l'esplosione lo splendore può aumentare fino alla magnitudine assoluta –18. Quando una stella massiccia ha esaurito il carburante nucleare il nucleo diventa instabile e collassa finché non viene provocata l'esplosione che proietta all'esterno quasi tutta la materia, lasciando come residuo una stella di neutroni la quale emette radiazioni elettromagnetiche sotto forma di pulsar. La materia espulsa arricchisce di elementi pesanti le nubi interstellari dalle quali nascono le successive generazioni di stelle e pianeti. Le supernovae più comuni sono di tipo I, mentre quelle di tipo II sono generate da stelle giganti in fase di collasso gravitazionale. La più famosa supernova nella nostra Galassia è quella del 1054, che ha originato la nebulosa del Granchio.
supergigante *** (SFXT)
Classe di sistemi binari di grande massa che emettono raggi X, in cui la stella che cede materia è una supergigante blu
supergigante *** (SGXB)
Classe di sistemi binari di grande massa che emettono raggi X, in cui la stella che cede materia è una supergigante blu
super-Terra
Pianeta extrasolare di natura rocciosa avente una massa compresa tra 1 e 10 masse terrestri
survey
Scansione sistematica del cielo effettuata nella luce visibile o in altre bande dello spettro elettromagnetico.

> ritorna al dizionario
> ritorna alla home page