home page - novitÓ - mappa - link AMA - Associazione Marchigiana Astrofili - Ancona

il dizionario

I TERMINI DELL'ASTRONOMIA ( D )

data giuliana (DG, JD)
Intervallo di tempo in giorni trascorso dal mezzogiorno dell'1 gennaio 4713 a.C. di Greenwich.
decadimento
Transizione di un sistema ad un livello energetico pi¨ basso con emissione di particelle o radiazioni. Quando una particella decade, la somma delle masse delle particelle prodotte Ŕ inferiore alla sua massa.
decadimento β
Decadimento di un isotopo radioattivo con emissione di un elettrone e un antineutrino (o di un positrone e un neutrino).
declinazione (δ)
Una delle coordinate equatoriali (e delle coordinate orarie), corrispondente all'arco di meridiano tra l'equatore celeste e l'astro. ╚ simile alla latitudine e viene misurata in gradi sessagesimali da 0░ a 90░ con il segno positivo (a nord dell'equatore celeste) o negativo (a sud).
deferente
Orbita circolare lungo la quale nel sistema tolemaico si muoveva il centro dell'epiciclo.
deflessione
Deviazione subita da un fascio di particelle per effetto di un campo.
densitÓ (ρ)
Grandezza fisica, detta anche massa voluminica, definita come il rapporto tra la massa e il volume.
densitÓ critica
La densitÓ minima di materia necessaria perchÚ l'Universo non si espanda indefinitamente.
diagramma di Hertzsprung-Russel (HR)
Diagramma tracciato indipendentemente da Henry Norris Russell e Ejnar Hertzsprung, che mette in relazione il tipo spettrale delle stelle con la loro luminositÓ.
Nell'asse orizzontale Ŕ possibile porre il colore della stella o la temperatura o il tipo spettrale, nell'asse verticale la magnitudine o la luminositÓ relativa al Sole. La maggior parte delle stelle si colloca nella cosiddetta sequenza principale, una fascia che va dall'alto a sinistra al basso a destra.
diffrazione
Fenomeno spiegato dalla teoria ondulatoria per cui un'onda elettromagnetica che incontra un ostacolo si propaga in un modo non permesso dall'ottica geometrica. La diffrazione rende un foro illuminato circondato da frange o aloni.
diffusione
Fenomeno per cui un fascio di onde, particelle o fotoni, che attraversa un mezzo materiale, viene deviato in ogni direzione a causa della riflessione e della diffrazione del mezzo. La luce viene diffusa dalle particelle fini dell'atmosfera e quando queste sono pi¨ piccole della lunghezza d'onda della luce si ha la diffusione di Rayleigh, responsabile del colore blu del cielo diurno e del colore rosso del tramonto.
dinÓmica
Parte della fisica che studia la relazione tra il moto e le cause che lo provocano, con i concetti di massa inerziale e forza.
disco di Airy
Figura di una stella prodotta dall'obiettivo di un telescopio, dovuta alla diffrazione e di dimensioni inversamente proporzionali al diametro dell'obiettivo.
disco di concrezione
Struttura circolare che si forma intorno a un oggetto rotante quando della materia cade su di esso da una stella compagna.
disco diffuso (SD)
Regione del Sistema Solare tra la fascia di Kuiper e la nube di Oort contenente oggetti minori (SDO, scattered disc objects).
dispersione
Decomposizione di un'onda elettromagnetica in un mezzo rifrangente nelle sue componenti a seconda della lunghezza d'onda. L'esempio classico Ŕ la dispersione della luce bianca passante in un prisma di vetro.
distanza angolare
Lunghezza di un arco espressa in radianti o gradi, corrispondente alla misura dell'angolo fra le linee  immaginarie che congiungono l'osservatore con i due estremi dell'arco.
distanza focale
Distanza tra il fuoco e il centro ottico di una lente o di uno specchio.
distanza zenitale (z)
Arco di meridiano tra lo zenit e un astro.
doppietto acromatico
Obiettivo composto da due elementi per ridurre gli effetti dell'aberrazione cromatica.
down (d)
Sapore di quark (il secondo in ordine di massa crescente) appartenente alla prima famiglia e dotato di carica elettrica -1/3.
drac˛nico
Periodo di tempo riferito ai nodi lunari, detti dagli antichi testa e coda del drago che mangiava il Sole durante le eclissi.

> ritorna al dizionario
> ritorna alla home page