home page - novità - mappa - link AMA - Associazione Marchigiana Astrofili - Ancona

il dizionario

I PERSONAGGI DELL'ASTRONOMIA ( H )

Hack
Margherita Hack (1922-), astrofisica italiana.
Hale
George Ellery Hale (1868-1938), astrofisico statunitense.
Studioso del Sole e delle macchie solari, fondò l'Astrophysical Journal e l'Osservatorio di Mount Wilson. Riuscì a trovare i finanziamenti per costruire i telescopi più grandi del tempo.
Hall
Asaph Hall (1829-1907), astronomo statunitense. Durante la congiunzione del 1877 scoprì i piccoli satelliti di Marte, chiamati Phobos e Deimos.
Halley
Edmund Halley (1656-1742), astronomo, matematico e fisico inglese.
Chiese a Newton la dimostrazione matematica della forma ellittica delle orbite planetarie e finanziò la pubblicazione dei Principia. Studiò il moto delle comete riconoscendone la forma parabolica, in particolare per la cometa periodica del 1682 che porta il suo nome. Misurò la posizione di alcune stelle, riconoscendo che erano cambiate rispetto al passato.
Hamilton
William Rowan Hamilton (1805-1865), matematico e fisico irlandese.
Harding
Karl Ludwig Harding (1765-1834), astronomo tedesco.
Hansen
Peter Andreas Hansen (1795-1874), astronomo e geologo danese.
Haro
Guillermo Haro (1913–1988), astronomo messicano. Scoprì indipendentemente da Haro gli oggetti denominati di Herbig-Haro.
Harriot
Thomas Harriot (1560-1621), matematico e astronomo inglese. Osservò la Luna con il cannocchiale prima di Galileo.
Harrington
Robert Sutton Harrington (1942-1993), astronomo statunitense. Analizzando una serie di lastre fotografiche scoprì insieme a Christy il satellite Caronte.
Harrison
John Harrison (1693-1776), orologiaio inglese. Risolse il problema della misura della longitudine.
Hartmann G.
Georg Hartmann (1489-1564), astronomo tedesco.
Hartmann J. F.
Johannes Franz Hartmann (1865-1936), astronomo tedesco.
Hawking
Stephen William Hawking (1942-), astrofisico inglese. Ha studiato i buchi neri scoprendo che in tempi lunghissimi possono "evaporare".
Hazard
Cyril Hazard (XX sec.-), astronomo inglese. Utilizzò una occultazione lunare per calcolare la distanza dei quasar, gli oggetti più lontani dell'Universo.
Heisenberg
Werner Karl Heisenberg (1901-1976), fisico tedesco, premio Nobel per la Fisica 1932.
Fu uno dei padri della meccanica quantistica, il suo principio di indeterminazione dimostrò che a livello atomico non è possibile misurare contemporaneamente posizione e quantità di moto delle particelle, e allo stesso modo misurare contemporaneamente energia e tempo. Immaginò che esistesse una forza capace di tenere uniti i protoni nel nucleo, insieme ai neutroni.
Helmoltz
Herman Ludwig Ferdinand von Helmoltz (1821-1894), fisico e fisiologo tedesco. Elaborò con J.R.Mayer il principio di conservazione dell'energia. Studiò il problema dell'energia del Sole, spiegandola come conseguenza della contrazione gravitazionale.
Hencke
Karl Ludwig Hencke (1793-1866), astrofilo tedesco. Scoprì alcuni asteroidi della fascia principale.
Henderson
Thomas Henderson (1798-1844), astronomo scozzese. Misurò la parallasse di Alpha Centauri.
Henry
Joseph Henry (1797-1878), fisico statunitense. Scoprì il principio del motore elettrico, nel quale un campo magnetico induce elettricità ed è in grado di generare energia cinetica. Studiò il Sole e si occupò di metereologia.
Herbig
George Howard Herbig (1920-), astronomo statunitense. Scoprì indipendentemente da Herbig gli oggetti denominati di Herbig-Haro.
Herschel C.
Carolina Herschel (1750-1848), astronoma inglese. Aiutò il fratello William a catalogare 2500 nuovi oggetti e scoprì otto comete.
Herschel J.
John Frederick William Herschel (1792-1871), astronomo inglese, figlio di William.
Introdusse l'uso della data giuliana, osservò e fotografò il cielo australe e numerose stelle doppie.
Herschel W.
Frederick William Herschel (Friedrich Wilhelm Herchel, 1738-1822), astronomo e musicista inglese di origine tedesca.
Costruì il più grande telescopio del suo tempo con diametro di oltre un metro e un tubo di 12 metri. Scoprì il pianeta Urano, intuì che che la Via Lattea fosse un grosso disco di stelle e dall'osservazione del moto delle stelle dedusse che il Sistema solare si muove all'interno della Galassia verso la costellazione di Ercole. Studiando lo spettro rilevò un aumento di temperatura dal rosso al violetto ed emissione di calore nella regione invisibile detta infrarosso.
Hertz
Heinrich Rudolf Hertz (1857-1894), fisico tedesco.
Confermò la teoria elettromagnetica di Maxwell, scoprendo le onde radio e dimostrando sperimentalmente l'esistenza di onde elettromagnetiche che si propagano nello spazio.
Hertzsprung
Ejnar Hertzsprung (1873-1967), astronomo e fisico danese.
Scoprì due asteroidi e determinò la relazione tra la luminosità assoluta delle stelle e la loro temperatura di colore (diagramma di Hertzsprung-Russell).
Hess
Victor Franz Hess (1883-1964), fisico austriaco, premio Nobel per la Fisica 1936.
Nel 1912 con un'ascesa in pallone iniziò lo studio della radioattività nell'atmosfera. Scoprì che i raggi cosmici, costituiti da protoni, elettroni e nuclei di elio, investono continuamente la Terra.
Hevelius
Johan Höwelke (1611-1687), astronomo tedesco. Pubblicò un catalogo di oltre 1500 stelle con la precisione di mezzo prima d'arco, introducendo sette nuove costellazioni.
Hewish
Anthony Hewish (1924-), astrofisico britannico, premio Nobel per la Fisica 1974.
Studiò radioastronomia ideando una serie di ricevitori per captare brevi variazioni di intensità nelle microonde, utilizzati dall'allieva Jocelyn Bell per scoprire la prima pulsar.
Higgs
Peter Higgs (1926-), fisico britannico.
Suggerì l'esistenza di un campo che riempie l'Universo e interagisce con le particelle dotandole di massa. La particella associata al campo è il bosone di Higgs.
Hirayama
Kiyotsugu Hirayama (1874-1943), astronomo giapponese. Scoprì per primo l'esistenza di famiglie dinamiche degli asteroidi della fascia principale, che hanno preso il nome del maggiore asteroide (Koronis, Eos, Themis)
Hooke
Robert Hooke (1635-1702), matematico, fisico, astronomo e naturalista inglese.
Assistente di Boyle, stabilì la legge di proporzionalità tra sforzo e spostamento. Vide per primo la Grande Macchia Rossa di Giove, intuì che l'attrazione della Terra decresce con il quadrato della distanza e che senza di essa la Luna si muoverebbe in linea retta.
Houtermans
Friedrich Georg "Fritz" Houtermans (1903-1966), fisico austriaco. Nel 1929 dimostrò insieme a Atkinson che le reazioni termonucleari sono la sorgente di energia delle stelle.
Hoyle
Fred Hoyle (1915-2001), astrofisico e cosmologo britannico.
Scienziato, scrittore di fantascienza e divulgatore. Spiegò la genesi degli elementi pesanti e propose la teoria cosmologica dello stato stazionario, coniando il termine big bang per definire la teoria rivale. Sostenne l'ipotesi della panspermia.
Hubble
Edwin Powell Hubble (1889-1953), astronomo statunitense.
Grazie alla scoperta di stelle Cefeidi al suo interno, misurò la distanza della Galassia di Andromeda evidenziandone la natura extragalattica. Scoprì che le galassie si allontanano con velocità proporzionale alla distanza secondo una legge che porta il suo nome, giungendo alla conclusione che l'Universo è in espansione. Il valore della costante di Hubble, oltre a determinare il tipo di espansione, ci permette di calcolare l'età dell'Universo.
Huggins
William Huggins (1824-1910), astronomo e fisico inglese.
Pioniere della spettroscopia, misurò dall'effetto Doppler la velocità radiale di Sirio. Dimostrò che le nebulose sono formate da gas e che le supernovae sono stelle che esplodono emettendo gas incandescenti.
Hulse
Russell A. Hulse (1950-), astrofisico statunitense, premio Nobel per la Fisica 1993.
Scoprì un nuovo tipo di pulsar, la pulsar binaria, prevista dalla relatività generale di Einstein.
Humason
Milton La Salle Humason (1891-1972), astronomo statunitense. Collaborò con Hubble specializzandosi negli spettri delle galassie.
Humboldt
Alexander von Humboldt (1769-1859), geografo e naturalista tedesco.
Huygens
Christiaan Huygens (1629-1695), fisico, astronomo e matematico olandese.
Tra i fondatori della meccanica, fu ideatore del pendolo e ipotizzò la natura ondulatoria della luce. Osservò e spiegò la natura degli anelli di Saturno, scoprì il satellite Titano e dallo sudio della rotazione terrestre dedusse lo schiacciamento ai poli della Terra.

> ritorna al dizionario
> ritorna alla home page